Skip to content

L’Intrusa

by su 27 gennaio 2012

l'intrusaIl mio approccio ai videogame è … vago.

Io non sono una giocatrice, non ho mai giocato ai videogiochi, se si esclude una stagione infoiatissima a Wonder Boy dove, modestamente, facevo mangiare la polvere a tutti. Avevo otto anni. Poi il vuoto.

Ah, no scusate. C’era Tetris.

Vabbè

Poi ho conosciuto mio marito (o colui che lo sarebbe diventato), su un sito di videogames. Sì lo so. Sarebbe troppo lunga da spiegare. Fateci pace.

Con lui e grazie a lui ho recuperato leggerissimamente il gap. Ma è come quando impari a suonare il pianoforte da adulto: non hai elasticità, non acquisterai mai la giusta postura delle mani. Insomma, strimpellerai, magari pure bene, magari pure roba tosta. Ma un pianista non lo sarai mai.
Ecco. C’est moi.

Dopo lunga e attenta analisi sono giunta alla conclusione che a me piacciono solo poche, selezionate categorie di giochi.

1. I giochi con trama, originalità, vagamente platform. Psychonauts ad esempio. Che infatti è l’unico gioco che mi sono smazzata da principio alla fine sulla prima xbox senza manco un aiuto “da casa”(giusto uno piccolino sul boss finale)

2. I puzzle/investigation games. Professor Layton ad esempio. Un GRAN bel gioco, sia dal punto di vista grafico che contenutistico, che mi sono goduta da mo-ri-re sul Nintendo DS

3. I giochi stupidi. Tipo Loco Roco, che sto giocando in questi giorni su PSP. (due soli tasti, personaggi pucciosi e tondeggianti, vocette cretine e canzoncine stupide. ‘Na droga)

Da questo breve elenco potete capire due cose di me.

Primo: che ho le idee molto confuse e che fondamentalmente il gioco, per intripparmi, deve avere due cose: fascino e gran botta di culo.

Secondo: che io sono onnivora e multi console, quindi le varie console war che si leggono sui forum vengono da me accolte con una bella faccia a punto interrogativo e una sana scrollata di spalle.

Però mi aggiorno. Con un marito così che ci volete fare? E poi io sono una vorrei ma non posso. Tipo: vorrei giocare ad Halo ma non posso perchè sono veramente TANTO impedita. Porca trota. Però ho letto i libri.

Vabbè. Che ci faccio qui?

Beh il punto di vista del casual gamer e del niubbo ha sempre un certo senso secondo me, ed io incarno entrambe queste anime, ritengo. Con quel quid culturale in più (c’ho il background) che mi permette di cogliere il senso degli articoli che scrive mio marito. Inoltre questo blog, da testo stesso del proprietario, verterà anche su libri, cinema, giochi da tavolo et. al., anche se magari solo in piccola parte. Ecco. Io gli romperò anche tanto i cogl Io lo supporterò  ed affiancherò sopratutto LA’.

Io, signori miei, sono Ziska, detta anche THE WIFE.

Ziska

4 commenti
  1. Ah brava!! Buona scrittura!!

  2. Bellissimo articolo, davvero divertente, nel senso più genuino del termine.

    • Ziska permalink

      Grazie. A entrambi.🙂
      È da tempi del fu deck and board che volevo tornare a scrivere in tandem con Stefano. Questo è, al momento, uno dei modi con cui intendiamo farlo. Non è uno spazio nostro, ma uno spazio suo, tengo a precisare, dove io faccio l’ospite (rompi coglioni).

  3. felicità permalink

    Primo articolo che leggo sul paratroide.
    Piacevole, come ogni post di Ziskuccia.
    Saluto anche il maritino.🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: