Skip to content

La guerra dei poveri ricchi

by su 2 febbraio 2012

Acqua Calda per TuttiO dei ricchi poveri, fate voi. In ogni caso, negli ultimi giorni si è scatenata una bella scaramuccia tra la software house NimbleBit e il colosso dei giochini su Facebook Zynga (si, quelli di FattoriaVille). Si, perché sembra che Zynga abbia copiato il concept di un gioco di NimbleBit (Tiny Tower) per realizzare un proprio gioco parecchio simile (Dream Heights). La notizia ha immediatamente scatenato il panico in tutta Internet, palesando il serio rischio che da qualche altra parte si celino giochi spudoratamente copiati pari pari lievemente ispirati ad altri.

Alla ricerca di cloni di Puzzle Bubble

Il presidente di Taito parte alla ricerca di cloni illegali di Puzzle Bubble. Buona fortuna!

Il primo a preoccuparsi è stato il presidente di Taito, che letta la notizia si è subito allarmato chiedendosi “Katzarola! Ma vuoi vedere che da qualche parte mi hanno copiato Puzzle Bubble?”. Per fortuna fino ad ora non ha trovato casi di plagio.

Anche il fondatore di GameLoft ha espresso immediatamente allarmismo, domandandosi se qualcuno avesse mai copiato uno dei concept alla base dei loro giochi. Passata la paura è tornato a preparare la campagna pubblicitaria per il lancio dei suoi nuovi videogame per iPad: Gears of Battle, Ultimate Fantasy VII e Grand Theft Moto.

“UH??” ha invece esclamato il PR di Rovio, poco prima di tornare a giocare a Crush the Castle.

Crush The Castle

La versione moderna del quesito dell'uovo e della gallina: è venuto prima Crush The Castle o Angry Birds?

Lamentoso l’ex-presidente di THQ, che ai microfoni di TeleRadioClone ha detto “Scusate, ma perché quando noi abbiamo copiato Crazy Taxi ci avete fatto il culetto a strisce che sembrava il tendone del circo?”. Altri tempi, signor Farrell. In un mare di titoli più o meno originali un plagio spudorato si notava eccome. In quel far west formato dall’App Store, dal mercato per Android e dai giochini per Facebook invece copiare è diventata la regola: è per questo che le polemiche tra Zynga e Nimblebit, purtroppo, fanno solo sorridere. Ma chi lo sa: prima o poi le software house DOVRANNO necessariamente iniziare a scornarsi per questi motivi. Prima o poi qualcuno inizierà a far notare che certi cloni sono un po’ TROPPO cloni.

E chi lo sa, magari da ‘ste zuffe uscirà finalmente qualcosa di buono. Nel frattempo potete tornare a giocare a Fortresscraft e Angry Fishes, tranquilli.

2 commenti
  1. In tutto questo mi piace sempre ricordare Harmonix, che ha lavorato per Konami realizzando i loro Karaoke Revolution e poi, sai che è, figata ‘sto Guitar Freaks, adesso lo rifacciamo noi per i fatti nostri ma meglio e in una maniera più commerciale e in grado di vendere anche in occidente.

    Risultato? Konami, quelli che quel “sottogenere” l’avevano inventato a metà anni novanta, oltre dieci anni dopo han fatto la figura di quelli che cercavano di inserirsi da ultimi arrivati nel mercato dei giochi musicali con periferica dedicata. Fallendo.

    • Si, quello è un esempio lampante che mi ha sempre innervosito. Cioè, Activision ed Electronic Arts sono diventate Ricche coi giochi di Harmonix e Konami che ha fatto? Ha aspettato che la mania dei giochi musicali scomparisse per poi produrne uno merdoso. Splendido tempismo. E dire che, come dici tu, il genere l’avevano inventato loro.

      Ci mancava solo che Sony non rispolverasse Parappa a ‘sto punto.

      Ehm…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: