Skip to content

La notte di PlayStation 4

by su 20 febbraio 2013

DualShock 4Ok, dovremmo esserci. Stanotte a mezzanotte Sony dovrebbe sbottonarsi circa la prossima iterazione della cara vecchia PlayStation. Che magari neppure si chiamerà PlayStation 4. Quasi quasi colgo l’occasione per fare il punto e permettermi un paio di previsioni, eh?

Innanzitutto, su IGN Italia abbiamo pubblicato una serie di articoli che analizzano ogni possibile aspetto della nuova console, dalle caratteristiche hardware ai giochi papabili per accompagnare la PlayStation 4 al lancio. Sempre su IGN abbiamo organizzato un appuntamento per seguire assieme l’evento, che inizierà a mezzanotte (ora italiana), con tanto di diretta video (tranquilli, io non apparirò). Insomma, se volete documentarvi o seguire l’evento io i link ve li ho passati.

In Giappone 'sti tizi fanno davvero una vitaccia...

In Giappone ‘sti tizi fanno davvero una vitaccia…

Passiamo al fulcro del discorso: ‘sta PlayStation 4. Partendo dal nome. Eh si, perché non è una faccenda così banale, principalmente per colpa del “4”. In occidente è un numero come un altro. In Giappone, patria di PlayStation, il 4 porta sfiga. Sfiga nera. Si, perché si pronuncia “Shi”, che può significare anche “morte”. PlayStation Morte. Sarebbe un perfetto contraltare a PlayStation Vita, in effetti. Fatto sta che ai giapponesi ‘sto Shi proprio non piace, se leggono 4 si grattano e mai metterebbero in salotto una roba con un 4 in bella mostra. Dopotutto siamo nel 2013, è un po prestino per scrollarsi di dosso un po’ di superstizioni, no? Comunque, il prossimo numero sfigato in Giappone è il 9, per cui passata questa Sony potrà stare tranquilla per un po’.

Dunque, come si chiamerà PlayStation 4? La voce più diffusa parla di “PlayStation Orbis“, un nome che avevo già citato in passato. Spulciando qui e li la rete non ho trovato in effetti altri indizi così “forti”, per cui direi che ci sono ampie possibilità che questo sarà davvero il nome della console.

Discorso differente per le caratteristiche della console. Il pad, ad esempio. Ormai sembra certo che il DualShock 4 manterrà più o meno la solita forma che abbiamo imparato a conoscere tredici anni fa (ah, il tredici porta sfiga), con un paio di interessanti modifiche. La prima riguarda la presenza di una superficie touch nella parte centrale, che ha anche sfrattato il pulsante Home nato su DualShock 3 (il Sixaxis non è MAI esistito…) e ha comportato lo spostamento dei cari vecchi Select e Start. La presenza di questo rettangolino touch può essere interessante, specie in giochi tipo gli FPS che richiedono operazioni di precisione (sento già tutti i camperoni gioire…), anche se avrei messo la mano sul fuoco circa l’aggiunta di un vero e proprio touch screen, anche di piccole dimensioni.

I Nintendari possono dormire sonni tranquilli: Sony non sta copiando il gamepad di Wii U.

I Nintendari possono dormire sonni tranquilli: Sony non sta copiando il gamepad di Wii U.

E’ evidente che anche Sony si è accorta di come il Wii U non stia riscuotendo proprio ‘sto gran consenso di pubblico, senza considerare che eliminare lo schermino significa avere una durata delle batterie superiore e risparmiare gran bei soldini. Soldini da investire in cosa? Ma ovviamente in un bel sensore di movimento, che diamine! Dopotutto che si fa con la tecnologia del Move? La buttiamo al cesso? Ma proprio no, e infatti ecco sbucare sulla parte superiore del pad un rettangolo luminoso che ricorda un po’ la luce del Move. Considerando che i rumor parlano di una console venduta assieme ad una nuova telecamera direi che è ampiamente possibile che i movimenti del pad saranno rilevati per offrire una soluzione di gioco ibrida. In effetti sembra tutto MOLTO ibrido, un mix di tecnologie che potrebbe offrire tante possibilità così come potrebbe essere dimenticato dopo sei mesi come avvenuto per un certo sensore di movimento presente nel Sixaxis DualShock 3.

Un’altra piccola novità del nuovo joypad parrebbe essere il tasto Share. Si, perché viviamo comunque nell’era della connettività e del SocialPefforza. Dunque, Share! Hai fatto un’headshot? Clicchi Share e fai vedere il video a tutti. Hai ottenuto un achievement trofeo? Clicchi Share. Avete trovato un altro bug in quel cesso straripato di Aliens: Colonial Marines? Cliccate Share tante volte (ma tante, eh!). Si, anche PlayStation 4 Orbis sarà taaanto casual, al punto che a quanto pare la console salverà continuamente su hard disk gli ultimi secondi di partita così da permettervi di recuperare il video per condividerlo. Una cosa interessante da un lato, un possibile spreco di risorse sacrificate al dio Zuckenberg da un altro. Dipende voi da che parte state.

Venendo alle caratteristiche tecniche della console… ecco… fino a quando non saranno nero su bianco nemmeno voglio avvicinarmici. Anche perché QUALSIASI cosa sia trapelato nelle ultime settimane ha scatenato un ventaglio di reazioni completamente differenti fra loro, tra cui immancabilmente:

  • Il consolaro affamato che vuole assolutamente una console next-gen e che quindi sbava dietro qualsiasi configurazione che possa risultare anche solo lontanamente più potente di ciò che ha in salotto attualmente (tipo “Quanti gighi di ram? Quanti? Tanti? Eh?”). In particolare l’omino in questione utilizza un metro di paragone calcolato in console attuali. Tipo “Tre volte PlayStation 3! Quattro volte PlayStation 3!”, un po’ come fosse al mercato, senza di fatto avere la più pallida idea di cosa significano le cose di cui sta leggendo.
  • Il Nintendaro frustrato che cerca disperatamente di spacciare la Wii U come console “next-gen” (perché è innovativa è quindi è next-gen e c’ha la potenza segreta che poi vedrete) e che quindi sminuisce qualsiasi caratteristica annunciata reputandola “molto simile a Wii U” (“Otto giga di Ram? Embeh? Le hai viste le texture di Pikmin?”), salvo poi ripiegare brutalmente nel dogma del “Il gameplay prima di tutto!”.
  • Il PCista sudato che “si, ma tanto la scheda video da 1000 euro sarà comunque più potente” e che “ma tanto ora arriva Star Citizen”.
  • Il Boxaro preccupato che “Belle specifiche, ma la Xbox 720 sarà meglio” (senza averle lette, ovviamente)

Dunque, proprio non ci tengo a discutere di giga di ram (dai, sulla nuova console Sony saranno quattro), di MHz (che mai ricordo se va con l’acca o la zeta maiuscola…) e di petaflop (un termine che mi incute soggezione).

Tutte ‘ste caratteristiche comunque portano ad una considerazione finale: i soldi. Cioè, il prezzo. Si, perché avere una console potente con un pad col touch screen e la telecamera “in box” (sennò che fai, la vendi a parte? Non rende molto come strategia) quanto viene a costare? Secondo me considerando tutta la situazione attuale un euro in più di 399 può risultare dannoso ma in giro già si vocifera di cifre superiori: l’ultimo “rumor” da una fonte affidabile di Kotaku parla di una possibile data di uscita (Novembre 2013) e di una doppia versione per la console. Cioè, una proletaria da  429 dollari e una aristocratica da 529 (che si tramuterebbero magicamente in Euro durante l’attraversamento dell’oceano). In cosa differiscano le due versioni non si sa. Dovremmo scoprirlo stanotte.

From → Parachiacchere

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. PlayStation 4: due giorni dopo « Il Paradroide

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: