Skip to content

Il potere della Pizza

by su 23 aprile 2013

pizza-hut-xboxSi, con la “P” maiuscola. Non per me, certamente: io da Pizza Hut ogni tanto ci mangio quando sono all’estero semplicemente perché tutto sommato non mi spiace, ma stiamo parlando comunque di un pasto che non si avvicina molto alla NOSTRA, di pizza. Fatto sta che ora negli Stati Uniti è possibile ordinare da Pizza Hut usando Xbox 360.

Il che se ci si pensa un attimo è tutto sommato una faccenda scema. E infatti in giro per Internet l’annuncio odierno di questa singolare partnership ha ricoperto il ruolo di semplice curiosità, è stato la base per qualche simpatica vignetta e oggetto di burla e sfottò su questo o quel forum. Poi però mi ci sono un attimo fermato a riflettere sopra: sono capitato spesso e volentieri negli Stati Uniti e so cos’è Pizza Hut. No, non intendo “una catena di pizzerie mediocri” (per dire, pure Spizzico gli magna in testa…). Mi riferisco invece a ciò che Pizza Hut è per gli statunitensi. Per quello che tutto sommato rappresenta. Per molta della gente che ho conosciuto Pizza Hut è un simbolo più che un servizio. E’ sinonimo di socialità, è un marchio strettamente intrecciato nel tessuto sociale nordamericano. E’ Pizza Hut. E’ la pizza con P maiuscola.

Ma con tutte le serie TV che ci sono proprio Heroes dovrebbe interessare a Microsoft? Tipo, pigliare Galactica o Firefly pare brutto?

Ma con tutte le serie TV che ci sono proprio Heroes dovrebbe interessare a Microsoft? Tipo, pigliare Galactica o Firefly pare brutto?

Ora… io non so da dove sia nato questo accordo, chi delle due società l’abbia cercato e voluto. Però a guardarlo da vicino direi che si innesca perfettamente in quel piano di conquista del salotto statunitense che Microsoft dice di voler attuare. Per i videogiochi è apparentemente fatta: Wii è ormai in pieno declino, Wii U non decolla e Xbox 360 è la console più venduta negli States per il ventesimo mese consecutivo, in quello che al momento è il mercato più redditizio del mondo in termini di entertainment: i risultati non hanno tardato a manifestarsi, con la divisione di divertimento elettronico di Microsoft in netta crescita. E’ plausibile che la prossima Xbox, in caso Microsoft giochi bene le sue carte, riceva un’accoglienza decisamente calorosa negli USA sul fronte prettamente videoludico e forse questo la sua casa produttrice lo sa bene. Il passo in avanti sembrerebbe quello di utilizzare il marchio Xbox per conquistare tutte le tipologie di intrattenimento collaterali ai videogame. Si parla dunque di accordi esclusivi con i provider di contenuti digitali (a iniziare dai programmi sportivi seguitissimi negli States). Si vocifera di Microsoft stessa che inizia a produrre serie televisive che andranno online solo sulla prossima Xbox, mentre ulteriori accordi più o meno esclusivi vengono annunciati ormai con una certa frequenza. Insomma, una sorta di cross-medialità (tiè!) che teoricamente dovrebbe rendere Xbox 720 (o come diavolo si chiamerà) il fulcro dei salotti degli statunitensi, che questi siano appassionati o meno di videogame.

Ora come ora non penso che Microsoft allenti la presa riguardo il mercato dei videogiochi: al contrario, secondo me si “limiterà” a incrementare l’interesse verso altre forme di media e verso promozioni, convenzioni e collaborazioni che caratterizzino ulteriormente la propria console (e il fido Kinect?) come fulcro del soggiorno.

Dovesse iniziare pure a vendere pizze su Xbox LIVE.

From → Parachiacchere

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: